Informazioni generali

I cittadini e le cittadine in condizione di disagio economico e le loro famiglie possono fruire di un risparmio sulla spesa annua per la fornitura di energia elettrica, gas e acqua.

Il bonus erogato è riconosciuto per 12 mesi. La domanda per ottenere il rinnovo in continuità deve essere presentata entro il mese precedente la scadenza.

I Bonus sono cumulabili.

Bonus Elettricità per l’uso di apparecchiature elettromedicali salvavita.

Il Bonus Elettricità è erogabile anche a chi utilizza apparecchi elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita. L'elenco delle apparecchiature elettromedicali salvavita che danno diritto al bonus si trova nella sezione Allegati.

Il richiedente deve essere in possesso di un certificato dell’Azienda Ulss che attesti:

  • la necessità di utilizzare tali apparecchiature
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata
  • l'indirizzo presso il quale l'apparecchiatura è installata
  • la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l'apparecchiatura.

Per la fornitura elettrica per l’uso di elettromedicali occorre presentare apposita certificazione dell’Azienda Ulss.

Fanno eccezione le apparecchiature elettromedicali, per le quali non vi è limite di reddito e non è richiesto l'ISEE.

Il bonus erogato per l'uso di apparecchiature elettromedicali sarà applicato senza interruzioni fino a quando sussiste la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

Il bonus elettrico per gravi condizioni di salute è cumulabile con quello per disagio economico qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Requisiti per richiedere i bonus per fornitura elettrica, gas e acqua.

Per richiedere i bonus per la fornitura elettrica, di gas e dell’acqua occorre avere, a seconda del bonus che si chiede:

una fornitura nell'abitazione di residenza anagrafica

un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale per l’utilizzo di gas metano distribuito a rete (non gas in bombola o GPL)

un contratto di fornitura diretto o indiretto (condominiale) per l’utilizzo di acqua potabile distribuita a rete

Il valore del bonus gas sarà differenziato:

  • per tipologia di utilizzo del gas
  • per numero di persone residenti nella stessa abitazione

La modalità di corresponsione varia in base al tipo di fornitura o impianto del richiedente.

Situazione economica.
Il valore ISEE (indicatore della situazione economica equivalente) del richiedente non deve superare:

  • € 8.265,00 per la generalità degli aventi diritto
  • € 20.000,00 per i nuclei familiari con quattro o più figli a carico.

A chi presentare domanda.

La domanda (nuova istanza e/o rinnovo) deve essere presentata presso i Caf convenzionati.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

A chi rivolgersi: Servizi sociali

Orari di apertura

Lunedì e Giovedì 9:00 -11:00
Mercoledì 15:30 - 18:00

Contatti

Ultimo aggiornamento:

05/02/2020
Approfondimenti

Normativa:

  • Determina 12/2018 - DACU
  • Determina 4/2017 - DACU
  • Delibera 1/2017/R/eel
  • Decreto 29 dicembre 2016
  • Delibera 814/2016/R/com
  • Determina 1/2015 - DCCA
  • Delibera 402/2013/R/com - TIBEG
  • Determina 9/DCOU/2013
  • Decreto 13 gennaio 2011
  • Decreto 28 dicembre 2007
  • CSEA - Regolamento recuperi bonus elettrico e bonus gas

Documentazione da presentare:

  • documento di identità
  • eventuale allegato D di delega (se la domanda è presentata da un delegato e non dall'intestatario della fornitura)
  • modulo A compilato. Anche se si richiede un solo bonus è sufficiente compilare i riquadri relativi alla sola fornitura (elettrica o gas) per la quale si sta facendo la domanda di agevolazione
  • attestazione ISEE in corso di validità
  • allegato CF con i componenti del nucleo ISEE
  • allegato FN per il riconoscimento di famiglia numerosa, se l'ISEE è superiore a 8.265,00 euro (ma entro i 20.000)
  • è inoltre necessario avere a disposizione alcune informazioni reperibili in bolletta o nel contratto di fornitura:
  • codice POD (identificativo del punto di consegna dell'energia). E' un codice composto da lettere e numeri, che inizia con IT che identifica in modo certo il punto fisico in cui l'energia viene consegnata dal fornitore e prelevata dal cliente finale. Il codice non cambia anche se si cambia fornitore
  • la potenza impegnata o disponibile della fornitura elettrica
  • codice PDR (identificativo del punto di consegna del gas). E' un codice composto da 14 numeri che identifica il punto fisico in cui il gas naturale viene consegnato dal fornitore e prelevato dal cliente finale. Il codice non cambia anche se si cambia fornitore
  • il codice fornitura idrica e nominativo del gestore idrico (il soggetto che gestisce il servizio di acquedotto e che emette la fattura)

I moduli sono reperibili su SGAte (il sistema informativo attraverso il quale vengono gestite le operazioni e verificati i requisiti per l'erogazione del bonus) e presso i Comuni.
 

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Servizi sociali (Responsabile: Venturato Lara)
Dettagli Procedimento

Modalità avvio:

Ad istanza dell'interessato

Conclusione procedimento:

Provvedimento espresso