Informazioni generali

Descrizione

I certificati di stato civile attestano quei dati che si possono desumere dai registri di stato civile. E' possibile richiedere il rilascio di certificati, estratti e copie integrali degli atti di stato civile qui depositati (atti di nascita, atti di morte, atti di matrimonio, atti di cittadinanza). Il certificato od estratto può infatti essere chiesto all'Ufficio di Stato civile del Comune di Vigonza se l'evento è qui avvenuto, oppure se l'atto è stato qui trascritto per motivi di residenza al momento dell'evento (es. il Comune di residenza di uno degli sposi per l'atto di matrimonio).
 

Tipologie di documenti richiedibili:

1. certificati
I certificati di stato civile contengono le generalità come per legge delle persone a cui i singoli eventi si riferiscono e gli estremi dei relativi atti. La richiesta può essere presentata dalla persona cui si riferisce l'atto, nonché da chiunque ne abbia motivato interesse. 

2. estratti per riassunto
Gli estratti degli atti dello stato civile rilasciati per riassunto riportano le indicazioni contenute nell'atto stesso e le relative annotazioni. La richiesta può essere presentata dalla persona cui si riferisce l'atto, nonché da chiunque ne abbia motivato interesse.

3. estratti per copia integrale
Gli estratti degli atti dello stato civile sono rilasciati per copia integrale soltanto quando ne è fatta espressa richiesta da chi vi ha interesse e il rilascio non è vietato dalla legge. La copia integrale consiste in una copia conforme all'atto originale. La richiesta deve essere presentata dalla persona cui si riferisce l'atto, da persona che comprovi l'interesse personale ai fini di tutela di una situazione giuridicamente rilevante, o da chiunque ne abbia interesse se trascorsi 70 anni dalla formazione dell'atto.

Si noti bene che i certificati di cittadinanza e di stato libero non sono certificati di stato civile bensì di competenza dell'anagrafe. E' invalso l'uso improprio dell'espressione "certificato di stato civile" per indicare la certificazione di "stato libero": si tratta del certificato che serve a comprovare la libertà di stato di una persona in quanto celibe o nubile, vedovo/a oppure divorziato/a. Questo certificato non va richiesto all'Ufficio di Stato Civile, bensì allo sportello dell'Ufficio Anagrafe del proprio comune di residenza. Si veda, a tal proposito, la sezione dedicata alle modalità di rilascio della certificazione anagrafica.

Validità
I certificati e gli estratti di Stato Civile hanno validità di sei mesi. Possono avere valore anche successivamente, se l’utente dichiara, in calce al certificato, che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche. I certificati che attestano dati non soggetti a mutamenti (es. nascita, morte) hanno validità illimitata.

Chi può richiedere certificazione di stato civile
Tutti i dati contenuti nella certificazione possono essere richiesti dalle Pubbliche Amministrazioni o dai privati per i procedimenti di loro competenza.
Le pubbliche amministrazioni hanno l’obbligo di acquisire d’ufficio le copie integrali degli atti di stato civile occorrenti per procedimenti di loro competenza e per motivi inerenti alle proprie finalità istituzionali. Pertanto tale documento potrà essere richiesto al cittadino soltanto nei rapporti tra privati o nell’ambito dell’attività giudiziaria.
In caso di documentazione da consegnare alla Pubblica Amministrazione e ai gestori o esercenti pubblici servizi (ad. es. Enel, Telecom, Poste Italiane), il certificato deve essere sostituito da un'autocertificazione nella quale la firma non deve essere autenticata anche nel caso in cui non sia apposta alla presenza del dipendente addetto alla sua ricezione. Le certificazioni rilasciate dalla pubblica amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati: sui certificati, infatti, compare la dicitura, a pena di nullità, "il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi". I privati non sono obbligati ad accettare l’autocertificazione, ma possono consentirvi. Per ulteriori informazioni e per la modulistica da utilizzare nei casi in cui è ammessa l'autocertificazione si invita a prendere visione della sezione dedicata all'autocertificazione.

Tempi

Il rilascio della certificazione di stato civile è immediato fatta eccezione per i certificati che richiedono ricerche d'archivio. Il certificato può essere richiesto da chiunque abbia conoscenza certa degli elementi per l'identificazione dell'intestatario: cognome, nome e data di nascita. E' sufficiente la richiesta verbale del certificato allo sportello dell'Ufficio Stato Civile. Non è richiesta la presenza dell'intestatario.
E' ammesso anche l'invio della richiesta a mezzo posta accompagnata dalla fotocopia di un valido documento d'identità e da una busta preaffrancata per la risposta con indicato nome e indirizzo del destinatario. A chi opti per quest'ultima modalità si raccomanda di firmare la richiesta, di allegare copia del documento di  identità leggibile e di indicare un numero di telefono per eventuali richieste di chiarimenti.

Costi

  • I certificati di stato civile sono esenti sia dall'imposta di bollo sia dai diritti di segreteria
A chi rivolgersi: Stato Civile

Orari di apertura

da Lunedì a Venerdì: 9.00 – 13.00
Mercoledì: 15.30 – 18.00

Contatti

Ultimo aggiornamento:

14/08/2019