Al fine di introdurre una semplificazione negli adempimenti dei Cittadini, questo Comune, con le delibere di Consiglio Comunale n° 7 ed 8 del 27 febbraio 2019 ha provveduto all'accorpamento delle aliquote TA.S.I. nelle aliquote I.M.U..                                                        

Detto accorpamento comporta l'eliminazione della TA.S.I. per quasi tutte le fattispecie.

Unica eccezione è costituita dai cosiddetti "beni merce". Per dette unità immobiliari, esenti dall'I.M.U., permane l'aliquota TA.S.I. al 2,0‰.

Altre novità, rispetto all'anno precedente, riguardano:

  • l'estensione della riduzione del 50% dell'I.M.U., per le abitazioni già concesse in comodato d'uso a parenti di primo grado, all'eventuale coniuge superstite in caso di contestuale presenza di figli minori (art. 1, comma 1092 Legge n° 145/2018).
  • l'aumento dell'aliquota I.M.U. pari allo 0,2‰ per le unità immobiliari appartenenti al gruppo catastale D (semplificando, i cosiddetti "capannoni").

Le scadenze per il pagamento sono fissate al 16 giugno per l'acconto ed al 16 dicembre per il saldo. L'eventuale versamento, in unica soluzione, dev'essere effettuato entro il 16 giugno.

Ulteriori e più dettagliate informazioni possono essere reperite alla pagina dedicata.

29/03/2019